Le interruzioni, quanto tempo ci fanno perdere?

La rivoluzione digitale ci ha travolti. Hai consapevolezza di quanto le continue interruzioni ti facciano perdere tempo prezioso?

Quando sei più efficace?
A mio avviso dobbiamo imparare a vivere il mondo digitale in un nuovo equilibrio, imparando a difenderci dalle continue interruzioni che hanno letteralmente investito la nostra vita!
Basti pensare che le interruzioni consumano il 28% della giornata tipica del lavoratore e che di conseguenza la nostra capacità di concentrazione arriva SOLO a 8 secondi, ovvero meno di quella di un pesce rosso!

I colpevoli:
Smartphone, tablet, computer e naturalmente gli amati social che in ogni momento della giornata e in ogni luogo ci bombardano di informazioni facendoci saltare di palla in frasca senza di fatto farci concentrare.
Corriamo ai ripari… impariamo a difenderci e ritrovare un ritmo più sano di vita, permettendo alla nostra mente di navigare più leggera.

Suggerisco poche ma buone regole:

Il primo passo è
la consapevolezza
… sei consapevole di quanto tempo dedichi all’uso dei devices? Ti consiglio di scaricare una app che ti aiuti a misurare quanto tempo trascorri con il telefono in mano: Moment per Apple e QualityTime per Android

Isolarsi sembra una soluzione ovvia, ma la vera sfida è riuscirci.
Puoi farlo per periodi brevi, ma che saranno certamente più produttivi. Spegni tutte le notifiche, sarà molto più facile ritrovare la concentrazione. (cellulare silenzioso, chiudere la casella di posta o il programma di messaggistica istantanea)

Usa un timer per scandire il tuo tempo da dedicare ad una sola attività.

I tappi per le orecchie sono di grande aiuto per isolarsi.

Infine impara a conoscere i tuoi picchi fisiologici di efficacia.
Il tempo in cui sei maggiormente produttivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.